Quell'unico puntamento al server...

Ci sono casi in cui il CRM puer avendo piu' server di fornt-end, punta sempre allo stesso...

...ed in particolare al primo che e' stato installato.

Cio' puo' dare risultati inatessi del tipo:

  • Leggo la variabile javascript SERVER_URL e mi restituisce sempre e solo un server indipendentemente dal server in cui il javascript sta girando;
  • Tutti gli url relativi tipici delle personalizzazioni (/isv/.......) puntano allo stesso server.


Cio' puo' causare problemi se, ad esempio, quel server viene dismesso o sostituito e soprattutto se gli sviluppatori non sono coscienti di cio'.

Per modificare tale nome viene in aiuto uno strumento a linea di comando che risulta a volte essere basilare. Esso viene utilizzato soprattutto nelle installazioni SPLA ed e' l'unica possibilita' che offre MS per limitare le ricerche LDAP agli utenti CRM che altrimenti sarebbero in grado di cercare qualunque utente AD nel dominio, cosa che in un'installazione SPLA con piu' utenti di clienti diversi nel dominio, non e' proprio il massimo.

Tale strumento e' il microsoft.crm.deploymentconfigtool.exe scaricabile qui.

La sintassi e':
microsoft.crm.deploymentconfigtool addresssettings update -webapprootdomain: nome server
microsoft.crm.deploymentconfigtool addresssettings update -sdkrootdomain: nome server
Per limitare le ricerche LDAP degli utenti CRM:
Microsoft.Crm.DeploymentConfigTool.exe userorgsettings - organisation : nome roganizzazione - propertyname:UserRootPath - propertyvalue:LDAP: / / Nome dominio AD/OU = Nome unita' aorganizzativa; DC = nome primario dominio; DC = suffisso dominio

Dettagli...